Fatti furbo, registra il tuo marchio!

Fatti furbo, registra il tuo marchio!

La nascita di un’attività si accompagna a un grande entusiasmo, che si traduce nella costruzione di un brand di cui essere fieri. Proteggilo con la registrazione del marchio.

Il marchio è il simbolo del lavoro fatto, un punto di arrivo ma anche di partenza, è te o la tua azienda in versione stampabile. Ecco perché non puoi e non devi rischiare che qualcuno ti rubi tutto questo: registra il tuo marchio e tutela ciò che è tuo!

Premessa: logo e marchio non sono sinonimi!

Forse conosci già la differenza, ma a scanso di equivoci preferiamo ribadire un concetto importantissimo: logo e marchio non sono la stessa cosa! Lo sapevi già? Benissimo, salta questo paragrafo e vai al successivo. Per te, che ancora fai confusione (tranquillo, non sei il solo) ecco un esempio che ti chiarirà le idee una volta per tutte.

registra il tuo marchio

La grafica è tratta dal blog di Vanessa Vidale, art director milanese, che per lavoro ed esperienza diretta (cosa vedi nell’immagine in basso a destra?) padroneggia la differenza tra logo e marchio e la spiega meravigliosamente, usando Apple come esempio.

Ecco, cosa possiamo imparare dalla sua lezione.

Il logo o logotipo (dal greco ‘logos’ cioè discorso) è il segno grafico di un marchio inteso come “la scritta” che lo identifica: la parola ‘Apple’ con quel determinato font (lettering). Il pittogramma (da non confondersi con il logo) è invece il simbolo della mela.

Mentre il marchio è l’insieme degli elementi visuali (pittogramma) e testuali (logo), che insieme ai valori dell’azienda Apple determinano la marca/brand. Fatto tesoro di questa insolita “analisi grammaticale”, possiamo procedere verso le modalità di registrazione del marchio. Vediamole insieme.

Come registrare un marchio: verifiche preliminari

La procedura tecnico-amministrativa per registrare o depositare un marchio è semplice, verificare che ci siano i requisiti necessari per farlo è più complicato. Quali sono?

Per rispondere a questa domanda ci viene in soccorso l’UIBM (Ufficio Italiano Brevetti e Marchi) che consiglia di controllare, innanzitutto, che il marchio sia a norma di legge e privo di connotazione negativa in Italia come all’estero. Secondariamente, dovrai incrociare le dita e sperare che l’indirizzo internet (nome di dominio) corrispondente sia ancora libero. In generale, prima di registrare un marchio domandati se hai fatto tutto il possibile per renderlo facilmente memorizzabile, comprensibile e pubblicizzabile (su tutti i tipi di media).

Se ci sei riuscito, congratulazioni! Puoi procedere con la valutazione dell’originalità. Domandati se il tuo marchio ha un carattere innovativo o al contrario, sembra già visto.
Lo hai commissionato a un professionista o è un marchio fai da te, “liberamente” ispirato ad altri presenti sul web? In quest’ultimo caso, prima di procedere alla registrazione è necessario verificare che non ne esistano altri simili o uguali, già registrati.

Come? Attraverso una ricerca di anteriorità per similitudine, che potrai svolgere online sul sito internet dell’OMPI (Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale). Così facendo non avrai la garanzia assoluta dell’unicità del tuo marchio, ma disporrai di una visione d’insieme utile a orientarti meglio nella scelta. Infine, dovrai individuare le classi di appartenenza dei prodotti/servizi per i quali intendi registrare il marchio. La registrazione andrà fatta per tutte le classi in cui desideri utilizzarlo (basta una sola domanda).

Come registrare un marchio: presentazione domanda

Una volta verificate le condizioni necessarie alla registrazione del marchio, ti basterà presentare domanda alla Camera di Commercio o all’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM).
Per la modulistica relativa ti invitiamo a consultare il sito dell’UIBM, dove troverai informazioni dettagliate sulla documentazione richiesta.

Dopo esser stata acquisita, la domanda verrà esaminata a livello normativo, formale e tecnico. Superato l’esame, sarà pubblicata e riportata nel Bollettino dei Brevetti per Invenzioni, Modelli e Marchi. Verificata l’assenza di impedimenti e/o opposizioni, il marchio sarà registrato mediante l’emissione di un apposito certificato. Quanto tempo ci vuole per registrare un marchio? In generale, tra il deposito della domanda e l’emissione del certificato di registrazione trascorrono più di 6 mesi. Le tempistiche tengono conto, infatti,  dei 3 mesi obbligatori per consentire ad eventuali titolari di un diritto anteriore di far opposizione.

Perché registrare un marchio?

La protezione di un marchio può essere ottenuta anche solo attraverso l’uso, ma registrarlo non è complicato, quindi perché rischiare? Supponiamo che tu abbia lavorato duramente e investito tanto per far decollare il tuo e-commerce “X” e che un bel giorno l’azienda “Y”, che ha un marchio molto simile al tuo ti rubi i clienti grazie a un indirizzo web quasi identico.

La mancata registrazione di un marchio non solo mette a rischio la tua reputazione e/o quella della tua azienda, ma rischia di compromettere gli investimenti fatti sia a livello economico che lavorativo.

Un competitor potrebbe scegliere un marchio simile al tuo, confondere i consumatori e spingerli all’acquisto di un prodotto/servizio di qualità inferiore. Vuoi davvero rischiare un danno d’immagine? Senza voler fare gli uccelli del malaugurio (non è detto che tu debba incorrere in simili circostanze né te lo stiamo augurando!), registrare un marchio ha i suoi bei vantaggi.

Godrai di diritti esclusivi che impediranno ad altri  l’uso non autorizzato di un marchio simile o uguale al tuo. Potrai monetizzare il tuo marchio, trasformandolo in una preziosa risorsa di business. Infatti, può essere sfruttato commercialmente attraverso il merchandising e la sponsorizzazione.Potrai accedere a nuove fonti di finanziamento ideate appositamente per le esigenze dell’impresa.

Ti abbiamo fornito gli strumenti necessari per orientarti nella registrazione di un marchio, spiegandoti come farlo e perché conviene.

Ora sta a te decidere se prevenire o curare, il nostro team resta a tua disposizione per aiutarti nella scelta. Per richieste, dubbi o chiarimenti in merito contattaci!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Commento (obbligatorio)

È possibile utilizzare tag e attributi HTML:

Nome (obbligatorio)
Email (obbligatorio)