La registrazione di un marchio può essere estesa al di fuori dei confini nazionali mediante apposita domanda per ogni singolo paese di interesse, con una registrazione in loco, è altresì possibile richiedere con una sola registrazione internazionale, del “Marchio Internazionale” la tutela in alcuni o in tutti paesi che aderiscono all’Accordo di Madrid e al Protocollo di Madrid.

Gli elementi di questi accordi hanno valenza unicamente per i paesi che vi hanno aderito e consentono di ottenere il medesimo grado di tutela al loro interno. Per depositare un Marchio Internazionale è necessario che il soggetto promotore abbia già precedentemente depositato una domanda di registrazione di un marchio nazionale o di un marchio comunitario, che fungeranno da “marchio di base” per la domanda di registrazione del marchio internazionale.

L’istituto è gestito dall’OMPI (Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale) che mediante l’attribuzione di una data di registrazione rilascia un certificato al richiedente e contestualmente lo pubblica all’interno del proprio Bollettino. Tale registrazione ha la durata di 10 anni e può essere sempre rinnovato. C’è da sottolineare che si tratta, non di un marchio unico ma di un “fascio di marchi nazionali” suscettibili alla legislazione dei singoli paesi in cui viene registrato.

Per ulteriori informazioni