brevetti

BREVETTO
COS’è IL BREVETTO?

Il brevetto è il titolo che consente a chi ha realizzato un’invenzione di poterla produrre e commercializzare nello stato in cui il brevetto è stato richiesto.
Possono essere brevettati prodotti innovativi di qualsiasi tipo (macchinari, oggetti di uso quotidiano, contenitori, dispositivi elettronici) oppure procedimenti, anche chimici, per ottenere un determinato prodotto, gli alimenti, i composti e le sostanze.
Ottenere un brevetto è quindi di fondamentale importanza per chi ha investito nell’innovazione e nella ricerca in quanto solo così ci si potrà assicurare un’esclusiva ed impedire ad altri di copiare il proprio prodotto.

 

TIPI DI BREVETTO

Esistono due tipi di brevetto: il brevetto per invenzione ed il brevetto per modello di utilità.
Un’invenzione è “una soluzione innovativa e originale ad un problema tecnico” e può avere a che fare sia con il prodotto stesso che con una parte di esso o può anche essere un semplice processo o metodo che lo riguarda.
Il brevetto per invenzione ha una durata di 20 anni a decorrere dalla data del deposito della domanda e come tutti i brevetti non può essere rinnovato alla scadenza. Decorso il termine legale, però sarà ritenuto di pubblico dominio.
Il brevetto per modello di utilità nasce per proteggere quegli oggetti (non i procedimenti) che rappresentano una modifica di oggetti già esistenti che comporta una maggiore utilità o facilità d’uso dell’oggetto stesso. È a volte difficile distinguere un modello di utilità da un’invenzione infatti sono in molti a considerare il modello di utilità come “una piccola invenzione”. Si dice anche che si ha invenzione quando si realizza un prodotto nuovo, mentre si ha modello di utilità quando si migliora un prodotto già esistente o noto al pubblico. La sua durata è di 10 anni e non è rinnovabile.

 

CARATTERISTICHE DEL BREVETTO

Anche il brevetto, come il marchio, per essere valido avere delle caratteristiche: deve essere nuovo, cioè non essere mai stato prodotto o brevettato in nessuna parte del mondo; inventivo cioè originale; lecito poichè non deve ledere il senso del buon costume o essere contrari all’ordine pubblico, e dotato del carattere della industrialità ovvero deve poter essere riprodotte a livello industriale.
Un volta concesso il brevetto la legge conferisce al titolare il diritto di fare uso esclusivo dell’invenzione. Questo significa che solo il titolare per tutta la durata della concessione sarà in grado di produrre, usare, mettere in commercio, vendere, importare e concedere licenze sul relativo prodotto.
In generale ogni brevetto è valido in modo esclusivo solo nello Stato in cui viene concesso; per estendere anche all’estero i diritti che derivano dalla tutela di un’invenzione/soluzione, sarà necessario depositare tante domande quanti sono i paesi in cui si desidera brevettarlo.
Occorre quindi stabilire fin da subito dove dovrà essere depositato e quale tipo di deposito scegliere.
Si può scegliere di depositare un brevetto italiano che ha validità solo nel nostro paese oppure un brevetto europeo o un brevetto internazionale che hanno una validità estesa ad un numero maggiore di stati.
Il brevetto europeo è un brevetto valido in più stati dell’Europa che hanno aderito alla Convenzione sul Brevetto Europeo di cui fanno parte gli stati dell’Unione Europea ed alcuni paesi limitrofi e si richiede con una procedura gestita dall’ European Patent Office EPO; il brevetto internazionale conosciuto anche come PCT (Patent Cooperation Treaty), gestito dalla WIPO di Ginevra, permette di depositare una “domanda unica” di brevetto in tutti gli stati (146) che hanno aderito al PCT che sono quasi tutti gli stati del mondo.
Per depositare una domanda di brevetto è necessario preparare una pratica che dovrà contenere una serie di documenti e soddisfare tutti i requisiti della normativa in materia.
L’invenzione viene brevettata sulla base di un progetto che deve essere descritto in modo adeguato; per questa ragione affidarsi ad esperti del settore consente di meglio sperare nel successo della sua concessione.
Studio Rubino Srl, grazie al suo team di professionali, offre strumenti di approccio integrati in modo da soddisfare le esigenze di ogni cliente senza lasciare nulla al caso; fornisce il necessario supporto amministrativo e legale, oltreché tecnico per tutta la durata delle procedure, anche nelle fasi di trasferimento di titolarità, mantenimento del brevetto o estensione territoriale o anche in cause giudiziali eventualmente presente.

Per ulteriori informazioni