registrazione-marchio

Il marchio rappresenta l’immagine e il volto dell’azienda; è il biglietto da visita dell’impresa ed è il segno distintivo che permette al consumatore di conoscere, identificare e memorizzare un dato prodotto o un servizio offerto.

E’ l’elemento tipico che contraddistingue, nel mercato della libera concorrenza, l’identità della propria impresa e la protegge da tentativi di contraffazione e imitazione; il marchio, immutabile e così riconoscibile, comporta l’impegno e la promessa del produttore nei confronti del consumatore.

La registrazione del marchio presso gli uffici preposti, svolge la funzione non solo di rendere il brand riconoscibile nel tempo e nello spazio (nazionale e non) ma conferisce al produttore la tutela legale contro eventuali abusi o ingerenze per conto di terzi. La legge italiana dedica ampio spazio alla tutela derivante dalla registrazione dei marchi, il Codice della Proprietà Industriale è il testo normativo fondamentale di riferimento e in esso sono contenuti specifiche indicazioni sulle caratteristiche dell’istituto.

  1. E’ considerato un marchio ogni “segno suscettibile di esser rappresentato graficamente” (art.7 CPI) come parole, compresi i nomi di persone, disegni, lettere, cifre, colori, suoni, forma del prodotto o della confezione di esso, combinazioni o tonalità cromatiche.

Altrimenti detto, che si tratti di semplici parole di fantasia, combinazioni alfanumeriche, disegni astratti o rappresentativi, suoni, colori e tonalità, forme specifiche del packaging o del confezionamento ogni brand registra il suo, e lo rende così differente da ogni altro presente sul mercato.

  1. Registrare un marchio, significa per il produttore, godere di un diritto di godimento esclusivo dello stesso, è considerato una sorta di monopolio, poiché conferisce un univoco diritto di utilizzarlo, impedendo così ad altri di sfruttarne i meriti, l’immagine e gli esiti della sua monetizzazione.

Il Codice di p.I. elenca i requisiti che il segno deve possedere ai fini della registrazione del marchio

  1. Originalità
    Il segno non deve ripetere nessun marchio già presente sul mercato
  2. Verità
    Non è assolutamente consentito inserire segni che ingannino il consumatore circa la provenienza, la qualità o l’indicazione geografica del prodotto
  3. Novità
    Il marchio non deve risultare sia stato già adoperato per prodotti, servizi identici o simili a quelli che si propone di registrare.
  4. Liceità
    Non deve contenere segni contrari alla legge, ai diritti altrui, all’ordine pubblico e al buon costume, né elementi che risultino protetti da convenzioni internazionali

Per la complessità della disciplina e per le particolari procedure ex ante, in itinere ed ex post, che dipendono dalla registrazione di un marchio risulta necessario affidarsi ad un team di esperti del settore che siano in grado di sostenere e supportare il cliente richiedente per tutta la durata del percorso.

Studio Rubino infatti, supporta il suoi clienti nelle fasi di

  1. Ricerca di anteriorità, in Italia e all’estero
  2. Deposito dei marchi
  3. Il mantenimento o il trasferimento della titolarità
  4. Assistenza legale e tecnica in situazione di opposizione ed azioni di nullità contro domande di registrazione
  5. Pareri e consulenze tecnico-legali
  6. Attività di sorveglianza nei confronti dei competitor
  7. Elabora valutazioni economiche e molto altro ancora

 

Per ulteriori informazioni