Multa salata per Apple: 31 milioni di dollari per la violazione di brevetti

Multa salata per Apple: 31 milioni di dollari per la violazione di brevetti

Il colosso dell’elettronica Apple pochi giorni fa è stato sanzionato con l’obbligo di dover pagare una multa di 31 milioni di dollari a causa della violazione dei brevetti tecnologici appartenenti alla società Qualcomm.
I brevetti in questione hanno la funzione di permettere agli iPhone sia una veloce connessione internet, sia una maggiore autonomia della batteria.

Ad emettere la sentenza è stata la corte federale di San Diego dopo un processo lungo due settimane. Non è la prima volta che Qualcomm si ritrova avversaria di Apple all’interno di un’aula giudiziaria, infatti già nel 2017 erano state intraprese da Qualcomm delle azioni legali a causa delle tecnologie utilizzate nella realizzazione di diversi modelli di iPhone.

I brevetti per i quali la Apple dovrà pagare pegno sono ben tre e la cifra è stata calcolata in base alle vendite stimate degli iPhone tra il 2017 e l’autunno 2018, secondo una commissione di 1,40 dollari a dispositivo.

Alla luce di quanto accaduto non sono mancate le dichiarazioni dei rappresentanti delle due società; se da un parte infatti il consigliere generale di Qualcomm, Don Rosenberg, ha affermato che “Le tecnologiche inventate da Qualcomm e da altri sono ciò che hanno reso possibile l’entrata nel mercato ed il successo di Apple”, quest’ultima ha ribattuto che l’attuale campagna di Qualcomm “non è altro che un tentativo di distrazione da questioni più importanti riguardanti le loro pratiche commerciali”.

Le dispute quindi non si sono ancora concluse e presto le due società si incontreranno ancora in tribunale.

Contattaci per saperne di più.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Commento (obbligatorio)

È possibile utilizzare tag e attributi HTML:

Nome (obbligatorio)
Email (obbligatorio)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.