Personal Branding: 10 Step per Promuovere il Tuo Marchio Personale -Brevetti marchi e proprietà industriale

Personal Branding: 10 Step per Promuovere il Tuo Marchio Personale

Personal Branding: 10 Step per Promuovere il Tuo Marchio Personale

Se tu fossi un marchio, che credibilità ti daresti? Se la risposta è non molta, probabilmente, hai bisogno di lavorare sul tuo
Personal Branding. Come? Scopriamolo insieme!

Che cos’è il Personal Branding?

Per capirlo, prendiamo in prestito le parole di Sofia Scatena, docente di “Psicologia del marketing e dei Nuovi Media Sociali” all’Università Cattolica di Milano e autrice del libro “My Personal Branding”. Diremo così che “il personal branding è il modo in cui descriviamo noi stessi alle persone che ancora non ci conoscono”.

Come lo facciamo? Più o meno consciamente ogni qual volta “andiamo in scena”, relazionandoci con clienti, colleghi, superiori, amici e conoscenti. Ma perché la nostra storia funzioni, ci sono alcune buone pratiche da seguire e che ti presentiamo in questa breve lista.

  1. Conosci te stesso

    Una precisazione scontata, forse, ma doverosa: come puoi raccontare agli altri chi sei se non lo sai neanche tu? Nel personal branding sei tu il prodotto da piazzare, la prima cosa da fare quindi è… studiarti! Aiutati con carta e penna, butta giù un elenco di pregi e difetti e sottoponila al giudizio delle persone che ti conoscono meglio. Avrai un quadro generale e obiettivo della tua situazione di partenza.

  2. Chiediti perché lo fai?

    Cerca di capire cosa ti spinge a “venderti”, qual è il tuo obiettivo finale? Una volta fatto, pensa a una serie di azioni strategiche da mettere in atto per raggiungere il tuo scopo. I passi da compiere per promuoverti come esperto di un determinato settore e far conoscere la tua start-up non sono gli stessi!

  3. Trova la tua nicchia

    Per distinguerti in un mondo di tuttologi è consigliabile concentrare le tue energie su un unico settore. Farlo ti semplificherà la vita e ne guadagnerai in credibilità. Trova il tuo pubblico e coltivalo, studia i tuoi competitor e cerca di stare sempre un passo avanti a loro.

  4. Parola d’ordine: coerenza

    Per fare del (buon) personal branding dovrai esporti e non sempre sarà piacevole. Ricordati che le tue azioni devono essere sempre in linea con lo storytelling che hai creato per te stesso.

  5. Prometti e mantieni

    Hai da poco iniziato a farti conoscere e delle consulenze gratuite o una newsletter con promozioni imperdibili ti sembrano un buon modo per lanciarti. Entrare nelle grazie dei tuoi potenziali clienti è un’ottima cosa, ma meglio “volare basso” finché non sarai sicuro di poter mantenere ciò che prometti.

  6. Promuoviti ma non troppo

    Soprattutto online diversifica le tue attività, dedicandone  solo una piccola parte all’autocelebrazione e destinando il resto a un dialogo attivo e costruttivo con la tua rete. Lascia che siano le testimonianze dei tuoi clienti a parlare per te, il passaparola è un’arma potentissima.

  7. Cura la tua presenza online

    Soprattutto sui social fai attenzione al tono utilizzato e a ciò che pubblichi. Cura i tuoi profili con contenuti interessanti e mantienili aggiornati. Costruisci la tua rete di contatti in modo da essere sempre informato sulle novità del tuo settore e sugli eventi in presenza ad esso legati.

  8. …e quella Offline

    Avere un largo seguito sul web non significa che puoi cullarti sugli allori e nasconderti dietro lo schermo di un computer o di uno smartphone. Cura i tuoi contatti anche e soprattutto dal vivo, una stretta di mano e un bel sorriso valgono più di 100 like. Presenzia agli eventi più importanti, confrontati, discuti, in due parole: fatti vedere.

  9. Mantieni i contatti “caldi”

    Non dimenticarti delle persone che hai incontrato nel corso della tua carriera professionale, un’e-mail o una telefonata ogni tanto ti aiuteranno a restare in contatto.

  10. Lascia il segno

    Fai in modo di essere ricordato, regala un qualcosa in più rispetto a ciò che offri. Non deve essere per forza qualcosa di materiale, anche un consiglio può fare la differenza se si rivela utile.

Eccoci giunti alla fine di questa mini guida al personal branding in cui abbiamo raccolto dei punti su cui potrai riflettere e lavorare per costruire il tuo marchio personale. Tutto questo ti sembra un buon punto di partenza ma vorresti qualcosa di più? Magari, una consulenza personalizzata e calibrata sulle tue necessità? Contattaci, il nostro team sarà entusiasta di guidarti alla scoperta di te stesso e del tuo personal brand!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Commento (obbligatorio)

È possibile utilizzare tag e attributi HTML:

Nome (obbligatorio)
Email (obbligatorio)

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.