Livorno: Imprese e Brevetti al via i finanziamenti

[space height =”20″]

La Camera di Commercio di Livorno pensa a Imprese e Brevetti, lancia un bando di finanziamento per azioni di internazionalizzazione e proprietà intelletuale

L’ente camerale toscano ha voluto dimostrare il suo impegno nel settore dell’internazionalizzazione facendosi promotore di un’importante iniziativa volta al sostegno per le imprese livornesi desiderose di aprirsi al mercato nella maniera più sana e intelligente, attraverso la tutela della proprietà intellettuale e l’assistenza in un nuovo percorso di sviluppo.

Una stretta correlazione tra le due un binomio: Imprese e Brevetti, che oggi più che mai segna record e visibilità sul mercato internazionale e anche Livorno cerca di restare al passo con gli sforzi richiesti dalla globalizzazione e dal mutato approccio alle imprese. Si tratta di contributi che agiranno in qualità di copertura delle spese e dei costi relativi alle procedure di brevetto. L’ammontare complessivo messo a disposizione dalla Camera di Commercio è di 40 mila euro destinati a tutte quelle imprese che hanno depositato un brevetto o acquistato/sottoscritto un accordo per lo sfruttamento commerciale in licenza.

Nello specifico per ogni impresa rientrante nella concessione saranno finanziabili le spese fino ad un massimo del 50%, solo per imprese giovanili o femminili questa percentuale può essere estesa fino al 60%, per un importo non superiore a 10 mila euro (su spese sostenute tra il 4 dicembre 2015 e il 30 aprile 2016.

Le domande devono pervenire all’ente entro e non oltre il 4 dicembre 2015. Le imprese qui considerate sono le PMI della provincia di Livorno, le cooperative e i consorzi che rientrano nei criteri identificativi posti in essere dalla Raccomandazione europea su microimprese, piccole e medie imprese (2003/361/CE del 6 Maggio 2003 recepita dal legislatore con D.M. del 18 Aprile 2005 (G.U. n. 238 del12.10.2005). Chiaro è che per accedere alla selezione le imprese devono operare o avere sede legale nella Provincia di riferimento ed essere regolarmente iscritte al Registro delle Imprese o nel R.E.A. di Livorno.

Ulteriori requisiti riguardano la composizione e il funzionamento delle PMI come l’obbligo di dimostrarsi in regola con il pagamento del diritto annuale degli ultimi 5 anni, o il divieto di esser assoggettate a procedure di liquidazione, fallimento o altre procedure concorsuali.

Ogni impresa può presentare un’unica domanda di partecipazione e non possono aderire se precedentemente hanno ottenuto simili contributi per analoghi interventi pubblici.

Modalità di presentazione della domanda
Le domande possono pervenire fino al 4 dicembre 2015 a mezzo di e-mail PEC all’indirizzo cameradilivorno@li.legalmail.camcom.it allegando copia del documento d’identità del legale rappresentante, indicando nel suo oggetto: “Bando brevetti – anno 2015”. Se la domanda sarà spedita da terzi (associazioni, commercialisti o altri intermediari) sarà necessario allegare anche la delega alla gestione della pratica.

Altri documenti da presentare sono oltre la domanda del presente bando la “scheda brevetti” e quella “servizi e, entro e non oltre il 30 aprile 2016 è opportuno che le imprese presentino in allegato al progetto sviluppato (Azioni/servizi) fotocopie delle fatture di eventuali documenti di spesa, in modo da individuare la correlazione tra spese e obiettivi del bando, nonché la dichiarazione sostitutiva atto di notorietà “de minimis”, resa sull’apposito modulo, sottoscritta dal titolare o rappresentante legale dell’impresa/cooperativa/consorzio.

[Fonte]
[Consulta il Bando completo]

[Crediti foto copertina]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Studio Rubino Srl
PI: 02316340799

Via Cola di Rienzo, 265
00193 ROMA (RM)
Tel: (+39) 0350075287
staff@studiorubino.com