Internazionalizzazione e Consorzi: i piani del MiSE

[space height =”20″]

Internazionalizzazione: al via i piani del MiSE dedicato ai consorsi e all’ingresso nel mercato estero

Che lo sviluppo e la ripresa del settore imprenditoriale nazionale siano al centro delle politiche industriali lo confermano i bandi e i finanziamenti che in questi anni si avvicendano per offrire un respiro di sollievo e una mano a PMI e startup. Il Bando MiSE 2016, Consorzi Internazionalizzazione, in questo caso, infatti si impegna ad elargire contributi a fondo perduto a favore di PMI che decidano di unirsi in un network funzionale allo sviluppo di progetti comuni.

Il decreto relativo al progetto, pubblicato a fine dicembre 2015, prevede che tali contributi possano esser devoluti a quei consorzi che comprendono almeno cinque piccole e medie imprese, su temi afferenti all’ingresso nei mercati esteri, alla diffusione dei loro prodotti e servizi, favorire la circolazione e l’informazione sui prodotti “Made in Italy” nei confronti di consumatori internazionali, come forma di lotta alla contraffazione, piaga che da tempo influenza il dibattito sull’import-export e sull’andamento del mercato italiano nel mondo.

Il MiSe finanzierà i progetti con quote, variabili a seconda della portata, tra i 50 e i 400 mila euro, realizzati a partire dal 1° gennaio 2016 fino al 31 dicembre dello stesso anno. I requisiti per partecipare, come sopra, prevedono necessariamente la presenza all’interno dei consorzi in questione, l’adesione di almeno 5 imprese, provenienti da tre regioni italiane, facenti parte dello stesso settore produttivo (o comunque analogo); queste non devono esser sottoposte a procedure di liquidazione o ad altre tipologie concorsuali. Sicilia a Valle D’Aosta in qualità di regioni a statuto speciale conservano una particolare agevolazione in più che consente loro di creare partecipazioni consortili anche monoregionali.

Per tutto il 2016 il MiSe ha stanziato 3 milioni di euro con alcune variazioni per quel che riguarda Sicilia e Valle d’Aosta per le quali, l’assegnazione dei finanziamenti avverrà seguendo una specifica assegnazione nel relativo capitolo di bilancio da parte del Ministero stesso.

Il Bando finanzierà attività come la realizzazione e registrazione del marchio consortile, partecipazione a fiere e saloni internazionali, manifestazioni di vario genere, show-room e incoming di operatori esteri; nonché workshop/seminari, azioni di comunicazione e marketing sul mercato estero, attività di formazione sui temi di maggiore presa nel campo dell’internazionalizzazione (per i partecipanti al progetto, con una copertura delle spese fino al 25% del totale).

La scadenza del bando è prevista per il 15 febbraio 2016, e la presentazione delle domande deve essere inoltrata tramite PEC all’indirizzo dgpips.consorzi@pec.mise.gov.it con firma digitale del rappresentante legale del consorzio costituito.

[Fonte]

 

Per maggiori informazioni consultare la Scheda informativa sui “Contributi ai Consorzi per l’internazionalizzazione – Anno 2016”.

[Crediti Foto Copertina]

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Studio Rubino Srl
PI: 02316340799

Via Cola di Rienzo, 265
00193 ROMA (RM)
Tel: (+39) 0350075287
staff@studiorubino.com