Ricerca e Sviluppo: InnovaLombardia sostiene le imprese

[space height =”10″]

InnovaLombardia ha da poco pubblicato un nuovo bando di finanziamento per micro, piccole e medie imprese, sotto l’egida della Ricerca e dello Sviluppo.

Seguendo quanto definito dall’agenda europea, la programmazione regionale, sta seguendo strategie operative volte ad aumentare gli investimenti in ricerca, sviluppo e innovazione. In questo caso, il progetto, portato avanti di concerto tra InnovaLombardia e FinLombarda S.p.A, ha preferito privilegiare il ruolo delle micro, piccole e medio imprese del territorio (nell’ambito dei contributi FRIM FESR 2020) per rendere le aziende più competitive e preparate rispetto al passato.

  • La dotazione finanziaria del bando in questione, pubblicato sul B.U.R.L. S.O., n.53 del 30 dicembre 2014,  ha una dotazione finanziaria di 30 milioni di euro e saranno utilizzati per incentivare progetti di “investimento in ricerca industriale, sviluppo sperimentale e innovazione.
  • I beneficiari dell’intervento sono le MPMI locali che operano nel settore manifatturiero, in quello delle costruzioni, nell’informatica e nelle comunicazioni, un posto privilegiato è occupano anche dai settori che si occupano di progettazione ingegneristica, design di vario genere tra cui Moda e disegno industriale; ma anche varie altre categorie, ben specificate nel bando secondo chiare classificazioni.
http://www.pinterest.com/pin/369084131935562494/

http://www.pinterest.com/pin/369084131935562494/

  • L’azienda interessata a partecipare deve presentare un progetto, che abbia a che vedere con attività di ricerca, sviluppo o innovazione. Quest’ultimo, per spirito di chiarezza, fa riferimento alla registrazione di eventuali brevetti, coerenti con il core business dell’impresa. Devono, questi progetti, far riferimento a delle aree di specializzazione, che comunque nel bando sono molto diversificate e riescono  quindi ad abbracciare molti settori merceologico-produttivi. Sono, in poche parole quei settori che la Strategia regionale di specializzazione intelligente per la ricerca e l’innovazione ha promosso con la nuova programmazione.
  • Le aree coinvolte vanno dal settore aerospaziale a quello agroalimentare, passando per l’industria ecologicamente sostenibile, le industrie culturali, la mobilità sostenibile, l’industria della salute e il settore manifatturiero avanzato, capaci, con il loro progresso di rendersi punte di diamante della produzione locale e competere magari con più prorompenza sul mercato globale.
  • Il finanziamento in questione (ed è questo l’aspetto più accattivante)  può coprire fino al 100% delle spese ritenute ammissibili del progetto, ma che in ogni caso non potrà mai superare una spesa di un milione di euro e non inferiore a 100 mila euro. ( Il tasso nominale annuo di interesse applicato è fisso e pari allo 0,5%.)

Per specifiche indicazioni sulle tipologie di attività finanziabili si rimanda al bando ufficiale, contenente tutte le voci di spesa, i costi e le relative percentuali inserite nel finanziamento.

In ogni caso, pena la revoca del progetto, le spese dovranno esser sostenute solo successivamente alla data di presentazione della domanda, il cui termine scade entro il 28 febbraio 2015. E inoltre i progetti devono essere ultimati entro 18 mesi dalla data di decreto di concessione del finanziamento salvo proroghe in casi di comprovata eccezionalità. Per ultimo, la durata del finanziamento è compresa tra i 3 e i 7 anni ( di cui massimo 2 anni di pre-ammortamento, con rimborso in rate semestrali.)

Presentare la domanda è semplice, basta accedere al sito ufficiale della Regione Lombardia sul portale SiAge, entro il 28 febbraio 2015 (il codice del bando è
RLR12014000001). [link diretto per la presentazione della domanda]

[fonte]

[crediti foto]

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Studio Rubino Srl
PI: 02316340799

Via Cola di Rienzo, 265
00193 ROMA (RM)
Tel: (+39) 0350075287
staff@studiorubino.com